Hanami 2020. Il giardino Giapponese: l’universo in un piccolo spazio

Il giardino Giapponese: l’universo in un piccolo spazio

Possiamo definire il giardino giapponese come uno spazio in continuità con l’ambiente circostante. Uno spazio dove pur non conoscendone gli aspetti architettonici e filosofici, intuitivamente è come se riscoprissimo una sacralità di fondo, che ci coinvolge e ci calma, invitandoci a passeggiare lungo i suoi viali e a contemplare le varie forme che si dipanano sotto i nostri occhi.

Alla sua base un atteggiamento ricettivo ed interattivo nei confronti del mondo naturale, che porterà a soluzioni armoniche basate sul principio dell’asimmetria.

The Japanese garden: the universe in a small space

We can define the Japanese garden as a space in continuity with the surrounding environment. A space where, while not knowing the architectural and philosophical aspects, intuitively it is as if we were rediscovering an underlying sacredness, which involves and calms us, inviting us to stroll along its paths and to contemplate the many different shapes that unfold under our eyes.

At its base a receptive and interactive attitude towards the natural world, which will lead to harmonic solutions based on the principle of asymmetry.

 

I fiori di ciliegio

cadono all’apice della loro bellezza

per insegnare in questo mondo

ai nostri cuori a liberarci dagli attaccamenti.        

 

Otakagi Rengetsu